NEWS DEL 15 febbraio 2016

Illuminazione: come operare nel caos del mercato globale

La fine di un anno, e l’inizio di quello nuovo, sono sempre occasione di bilancio. Lo è anche per il mercato dell’illuminazione e per la stessa Panzeri che ha iniziato l’anno illustrando ai propri agenti i numeri relativi alla propria attività.

Stando ai dati 2015, l’azienda di Biassono gode di ottima salute, colleziona riconoscimenti internazionali per l’opera del suo design e riesce bene anche dove molti concorrenti fanno fatica. Sul mercato estero, infatti, Panzeri può mostrare un incremento di vendite verso alcuni paesi, Russia in particolare, che costituiscono note dolenti per altri produttori.

Per Norberto Panzeri il motivo è da ricercare in più fattori, relativi ai prodotti ma non solo: “Aziende come la nostra hanno un’idea precisa di come si evolve la tecnologia. Possiamo fare scelte che le grandi aziende non si possono permettere, come, ad esempio, scegliere dei LED meno conosciuti ma più performanti.”

Riuscire a penetrare nei mercati esteri non è però solo una questione puramente tecnica, come continua a spiegare Panzeri: “Dal punto di vista tecnico siamo sempre stati aggiornati. Quello che ci serviva era una maggiore forza commerciale e l’abbiamo ottenuta grazie ad un management molto giovane, capace con più facilità di capire i molti e veloci cambiamenti tecnologici che caratterizzano il nostro settore.”

In Italia il concetto di ‘giovane’ non è proprio lo stesso di quello che hanno in altri paesi: “Non parlo di gente di quaranta o cinquant’anni, ma ancora meno. All’estero è più naturale trovare interlocutori trentenni, quindi per i nostri giovani manager è più facile entrare in sintonia con questi soggetti: si tratta di coetanei che parlano dello stesso business e , molto spesso, delle stesse passioni. Applicazioni di domotica, lampade regolate da sensori di presenza che variano l’intensità luminosa nell’ambiente… Nel prendere in considerazioni le novità tecnologiche, i giovani hanno sicuramente una maggiore confidenza. Sono i primi a proporle, accettarle e spingerle .”

Puntare sui giovani non è solo un bello slogan ma un insieme di iniziative concrete che parte dal management aziendale e arriva alla collaborazione con giovani designer, come nel caso della lampada Lampyris, disegnata da Lorenzo Giacomini, e la collaborazione con il Politecnico di Milano.

La ricetta di Panzeri si basa quindi sull’unione tra la concretezza e l’esperienza della famiglia brianzola e la freschezza e l’entusiasmo delle nuove generazioni, coinvolte attivamente nella vita e nei progetti dell’azienda.

E’ così che Panzeri si prepara alle nuove sfide del 2016, e degli anni a venire, mentre sta ancora raccogliendo i riconoscimenti per quanto di buono ha saputo fare nello scorso anno.