NEWS DEL 13 maggio 2019

Matteo Thun racconta ‘Firefly in the sky’

Zero design per la lampada che nasce per creare una connessione empatica.

L’accostamento ideale è quello con l’emozione che si prova quando si vedono delle lucciole all’imbrunire, nelle sere d’estate. Così è nata una lampada dalle forme essenziali, archetipe, che con la sua luce regala connessioni empatiche. Ed è lo stesso architetto e designer a spiegarne il percorso progettuale con queste parole.

firefly-in-the-sky-thun-panzeri-featured

 

Wireless lamps, lampade senza collegamento elettrico. In plastica se ne trovano ovunque, anche nei mercatini. Sappiamo però che i materiali plastici spariranno entro un paio d’anni, quindi questo tipo di prodotti dovrebbe scomparire dal mercato. Almeno è quello che mi auguro”.

“Come studio di architettura, ci occupiamo di catene di ristorazione in cui c’è bisogno di luce per la convivialità intorno al tavolo, sia all’esterno che all’interno. Questa luce deve catalizzare e rendere piacevole la permanenza”.

 

firefly in the sky matteo thun panzeri

“Il colpo geniale di Firefly in the sky è che la testa della lampada si stacca. Per quale motivo? I camerieri quando smontano dal servizio in tarda serata sono molto stanchi. Non vogliono doversi ricordare di staccare la lampada dai tavoli per metterla poi in carica e riprenderla la mattina seguente”.

“Staccare molto facilmente la testa della lampada permette loro di ritirarla mettendola semplicemente su un vassoio, con la possibilità di ricaricarla facilmente e velocemente. In questo modo Firefly in the sky risolve i nostri problemi”.

 

firefly in the sky matteo thun panzeri

 

“È una lampada che noi amiamo chiamare di Zero Design, spesso anche di Stupid Design, tanto è semplice, ma sicuramente ha durabilità tecnica: grazie al sistema antitaccheggio il ladro non la può rubare, l’ubriaco non la può distruggere e la durata nel tempo è garantita. Credo che sia un oggetto che non invecchierà come forma: c’è un base, uno stello e un cappellino”.

“Useremo Firefly in the sky per la prima volta tra qualche mese, in un hotel dove d’inverno ci sono neve e ghiaccio e sono sicuro che questo oggetto può essere lasciato fuori dodici mesi all’anno”.

“Panzeri ha realizzato quello che gli abbiamo chiesto. Oggi Firefly in the sky è un oggetto che si può vendere”.

 

 

Oltre a Firefly in the sky, Matteo Thun ha disegnato per noi anche Tubino. Trovi queste due e tutte le altre novità 2019, nel catalogo ‘Light and Shapes’.