NEWS DEL 11 settembre 2019

L’Acoustic Lighting per migliorare comfort e produttività

Gli uffici open space continuano ad essere un modello di riferimento, soprattutto per start-up di tecnologia e  aziende “innovative”. Come rendere confortevoli questi ambienti?

Ci sono voluti 30 anni per vivere e conoscere appieno gli ambienti di lavoro open space. All’entusiasmo iniziale per l’influenza democratica di condivisione dello spazio che pensavamo avrebbero portato, si è passati poi a considerare anche gli evidenti svantaggi.

illuminazione-acustica-open-space-2Più di uno studio ha dimostrato che i luoghi di lavoro open space sono rumorosi e influiscono in negativo sulla produttività e, addirittura, sulla salute delle persone. Il rumore costituisce una fonte di stress, e quando è costante durante la giornata lavorativa arriva a incidere, oltre che sull’attenzione, anche sul benessere delle persone.

Nonostante ciò, questa tipologia di layout per uffici continua a essere un riferimento nella progettazione contemporanea, orientata ad un’utilizzo iperflessibile degli spazi, che diventano in conseguenza sempre più “condivisi”.

Considerare l’acustica di un ambiente di lavoro è di fondamentale importanza sin dalle fasi iniziali della definizione del suo design. Quando ciò non avviene intervenire sull’esistente allo scopo di garantire alti standard di vivibilità all’interno di questi spazi diventa un processo nella maggior parte dei casi indispensabile.

 

Perché scegliere l’Acoustic Lighting

Tutti i luoghi di lavoro hanno bisogno di illuminazione, quindi perché non scegliere corpi illuminanti che abbiano anche qualità fonoassorbenti?

ZigZag design by Jason Bird - Panzeri Carlo Srl

 

La cosiddetta ‘Acoustic Lighting’ può influire molto sulla qualità del benessere negli open space. Può fondersi perfettamente con gli attuali progetti di ufficio e può adattarsi anche per l’uso nelle aree di lavoro ibride, non solo ‘open space’, di domani.

Questo tipo di illuminazione non sacrifica l’estetica, anzi, è versatile e la sua duplice natura la rende più efficiente di altre soluzioni acustiche. È possibile progettare ambienti sensoriali, con livelli di luce e suono scelti appositamente per il benessere delle persone. Sottoposti a un minore stress, migliorerà la loro salute, il comfort, la concentrazione e la collaborazione.

 

 

I punti di forza delle lampade fonoassorbenti

I benefici dell’Acoustic Lighting la rendono un investimento saggio per progettisti e  architetti che disegnano aree di lavoro e per tutti coloro che cercano di migliorare la cultura dell’ufficio in senso generale.

  • Efficacia dei costi. L’illuminazione acustica fornisce un efficace controllo del suono, nella maggior parte dei casi non sono indispensabili altre risorse.
  • Ottimizzazione dello spazio. Negli ambienti open space, le onde sonore create dalle conversazioni tra le persone sono generate a livello della testa e si riverberano dal soffitto. Le soluzioni fonoassorbenti sono più efficaci se posizionate vicino al loro punto di origine e nel percorso principale di viaggio, tra scrivania e soffitto. Proprio occupando questo spazio, finora inutilizzato, le lampade fonoassorbenti hanno un’efficacia ottimale.
  • Materiali di provenienza sostenibile. I pannelli acustici utilizzati nelle attuali soluzioni di illuminazione sono realizzati in materiale riciclabile al 100%.
  • Flessibilità e adattabilità. L’illuminazione acustica è efficace anche negli uffici privati tradizionali, nelle sale riunioni e nelle aree dedicate alle pause e negli spazi di lavoro condivisi. L’uso dell’illuminazione acustica non significa, inoltre, sacrificare l’estetica in favore della praticità. Gli apparecchi illuminanti sono progettati per adattarsi a una grande varietà di combinazioni di colori e tendenze del design.
  • Migliora l’efficacia di altre soluzioni. Maggiore è la superficie del materiale fonoassorbente usato in una stanza, maggiore sarà la riduzione del riverbero del suono. Le lampade acustiche offrono prestazioni migliori rispetto ai trattamenti a soffitto o a parete di dimensioni e materiali simili. Nelle lampade sono spesso esposti sia l’interno sia l’esterno del paralume, raddoppiando così l’area funzionale per l’assorbimento acustico.

Zig Zag tra comfort e design

ZigZag è il nostro primo passo nel mondo dell’Acoustic Lighting. È una lampada fonoassorbente pensata e realizzata con il designer australiano Jason Bird dello studio Luxxbox.

ZigZag design by Jason Bird - Panzeri Carlo Srl

ZigZag ha una forma semplice, lineare ed elegante. Il suo profilo offre una superficie che massimizza le prestazioni acustiche, con angoli che aiutano a ridurre il riflesso diretto delle onde sonore.

Il materiale fonoassorbente in PET, riciclabile al 100% e prodotto per il 65% da materiali riciclati, consente di assorbire fino al 70% del suono riverberato con un coefficiente di riduzione NRC 0.7

Visita la pagina dedicata a ZigZag con tutti i dettagli sulla lampada.